Soft skill: cosa sono e perché è importante allenarle all’interno di un’azienda

Soft skill: cosa sono e perché è importante allenarle all’interno di un’azienda

Al giorno d’oggi, all’interno delle aziende, il saper essere (soft skill) ha superato di importanza il saper fare (hard skill).
Il tema delle soft skill rappresenta una questione di fondamentale importanza all’interno di un business che desidera rimanere al passo con una società multiculturale in continua evoluzione.
Le soft skill, conosciute anche come competenze trasversali o meta competenze, identificano l’atteggiamento in campo professionale, il tipo di relazioni che le persone hanno all’interno del team e le qualità personali e caratteriali dei dipendenti.
Questo tipo di competenze, a differenza delle hard skill (competenze tecniche in ambito professionale), sono molto complesse da identificare, quantificare e valutare.
Saper fare il proprio lavoro non basta più se le soft skill vengono messe in secondo piano.

 

Le soft skill in azienda

Secondo una ricerca approfondita eseguita dallo Standford Research Institute International, ben il 75% del successo in ambito lavorativo a lungo termine dipende dalle soft skill e solamente il 25% dipende dalle hard skill.
Questi numeri ci fanno comprendere il reale valore di queste competenze che, fin troppo spesso, vengono identificate come “leggere” e quindi di secondaria importanza.
Le soft skill sono tutt’altro che secondarie, in quanto rappresentano il potenziale successo o fallimento di un team di lavoro e quindi dell’azienda stessa.
Secondo un’analisi eseguita dal World Economic Forum, tra le le soft skill più importanti e rilevanti per le aziende troviamo il problem solving, la creatività, la capacità di lavorare in gruppo, l’intelligenza emotiva e la capacità di prendere decisioni in autonomia.
Queste abilità trasversali si dividono poi in due categorie distinte.
Ci sono le abilità trasversali interne, cioè quelle competenze che hanno a che fare con il modo in cui le persone interagiscono con se stesse e con la loro personalità.
Le abilità trasversali esterne, invece, riguardano più nel dettaglio la gestione delle relazioni e dei rapporti con il gruppo di lavoro.
Queste competenze ci permettono di interagire in armonia con il team di lavoro ed essere un elemento positivo e di valore.

 

Come si acquisiscono o si migliorano le soft skill necessarie?

Le soft skill, a differenza delle hard skill, sono molto complesse da trasmettere in quanto non sono misurabili o quantificabili.
Facendo parte del nostro bagaglio personale, le soft skill sono competenze che non si acquisiscono leggendo libri o frequentando corsi.
Queste abilità si imparano attraverso l’esperienza e l’allenamento continuo per raggiungere risultati migliori.
Per essere realmente efficace e utile, approfondire e migliorare le proprie soft stil deve essere una scelta consapevole e intenzionale.
Secondo la teoria dell’apprendimento sociale di Albert Bandura, le persone, anche nella vita personale e privata, apprendono atteggiamenti e comportamenti osservando le figure che le circondano, quali familiari, manager e colleghi da prendere come modello.
Secondo lo psicologo canadese, le persone, osservando gli atteggiamenti degli altri, creano una sorta di modello o idea di come comportarsi nelle medesime situazioni.
Cambiando punto di vista, siamo in grado di prendere in considerazione altri atteggiamenti più positivi da adottare.
Per iniziare ad apprendere nuove soft skill, è importante iniziare un percorso di crescita personale, facendo esperienze in campo e con altre persone.
Per farlo, in primo luogo, è fondamentale fare un’analisi approfondita della propria persona per comprendere realmente quali sono i suoi punti di forza e i suoi punti di debolezza.
Questa consapevolezza permette di avere una panoramica completa delle proprie qualità e dove c’è ampio spazio di miglioramento o di crescita.
Questa analisi di sé molto spesso rivela alcuni aspetti del proprio carattere e della propria personalità che magari le persone non pensavano nemmeno di possedere.
In seguito è necessario osservare ed ascoltare in modo attivo le persone che ci circondano per far si che si crei un’unica direzione comune.
Per stimolare la creatività e la positività, per esempio, si possono provare esperienze nuove per ampliare gli orizzonti.
L’allenamento è possibile mettendosi continuamente alla prova per sviluppare ulteriori abilità.
Gli effetti positivi di questo continuo allenamento saranno trasversali perché coinvolgeranno più aspetti della propria personalità e del proprio approccio con gli altri e con il lavoro.
Allenare le soft skill, non solo permette di mettersi in gioco sul lavoro, offre anche la possibilità di migliorarsi nelle situazioni quotidiane della vita.

 

Perché è importante allenarle nel mondo del lavoro?

Le conoscenze rappresentano il bagaglio personale di ognuno.
Le competenze che si acquisiscono durante gli anni attraverso studi e specializzazioni, per essere applicate, devono necessariamente essere accompagnate al saper essere.
Per avere successo nel mondo del lavoro, oggi diventa fondamentale investire sull’acquisizione e sull’allenamento delle competenze trasversali.
Le soft skill permettono alle aziende di avere una marcia in più nel mercato.
Le competenze trasversali diventano fondamentali nella gestione del rapporto con gli altri e nel controllare le emozioni che proviamo.
Una buona gestione delle soft skill permetterà una migliore performance lavorativa sia singolarmente che in team.
In questo modo i dipendenti sapranno adattarsi ai diversi ambiti e contesti presenti nell’azienda e fronteggiare le varie problematiche.
Per far si che ci sia una una continua crescita positiva, le persone che lavorano in azienda devono essere parte integrante del cambiamento e riuscire a stare al passo con le esigenze del mercato.
Allenando le soft skill delle persone crescerà automaticamente la cultura aziendale in quanto le persone saranno in grado di comunicare adeguatamente tra di loro, raggiungendo così risultati migliori.
Inoltre i dipendenti avranno una maggiore dimestichezza nel raccontare il proprio prodotto o servizio a clienti ed eventuali fornitori.
In conclusione le soft skill sono in grado di accrescere la personalità delle persone, dentro e fuori l’ambiente lavorativo.

Vorresti comprendere le reali competenze trasversali dei tuoi collaboratori e dipendenti?
Vorresti migliorare le abilità all’interno della tua azienda?
Scopri le proposte di HFactor per comprendere in modo approfondito ed efficace le qualità delle persone con le quali lavori.